Vellutata di asparagi con crostini

Vellutata di asparagi2Periodo di asparagi… E piacciono tantissimo. Come faccio a saperlo? Beh, negli ultimi giorni la mia ricetta di tortino agli asparagi con crema al parmigiano è cliccatissima.

Stavo pensando a quale altra ricetta con gli asparagi postare quando sento che mia suocera ha appena fatto una vellutata buonissima di asparagi. Ottimo! Mi son fatta dare la ricetta e l’ho provata subito.

Ammetto che preferisco altri ortaggi agli asparagi ma Davide li adora, li mangerebbe tutte le sere così li faccio spesso. Ho però modificato la ricetta originale che prevedeva la panna  e ho aggiunto il pepe.

Non ho usato la panna non per una questione dietetica ma perché non l’amo molto in cucina. Poi ammetto che non ce l’ho praticamente mai in dispensa quindi prima di fare questo piatto dovrei fare la spesa, di conseguenza non fa parte del mio modus cucinandi 🙂

Trovo questa ricetta comodissima per usare i gambi degli asparagi che normalmente rimangono sempre piuttosto legnosi e da servire non sono il massimo. Potete usare le punte per un sugo o da servire con le uova, i gambi li tenete da parte e li usate in questa ricetta.

 Ingredienti per 2 persone

  • 250 gr di asparagi
  • 150 gr di patate (un patata media)
  • 1 cipolla piccola
  • 2 fette di pane casereccio
  • 200 ml di brodo vegetale
  • 100 ml di latte
  • olio
  • burro
  • sale e pepe
  • parmigiano grattugiato (facoltativo)

Procedimento

Lavare gli asparagi e tagliare i gambi a pezzetti lunghi circa tre cm. Pelare le patate e tagliarle a cubetti.

In una padella far fondere 20 gr di burro e far rosolare le fette di pane casereccio tagliate a cubetti. Farle dorare per bene.

In una casseruola dai bordi alti mettere a rosolare tre cucchiai di olio e la cipolla tritata grossolanamente. Quando il soffritto avrà un colore dorato aggiungere i cubetti di patate e gli asparagi a pezzetti. Mescolare.

Dopo un paio di minuti aggiungere il brodo. Passati 5′ aggiungere anche il latte. Alla fine le verdure dovranno essere coperte completamente dal liquido. Se necessario aggiungere ancora un pochino di latte. Salare e pepare.

Far cuocere per 35′ finchè  gli asparagi saranno morbidissimi, quasi disfatti. Con un minipimer a immersione frullare il tutto. A questo punto per i palati più fini consiglierei di filtrare la vellutata per eliminare qualsiasi rimasuglio legnoso che può essere rimasto nel processo di frullatura.

Prima di servire aggiungere un pezzettino di burro alla vellutata e mescolare finchè si scioglie. Una volta impiattata aggiungere una spolverata di pepe e i crostini. A piacere si può  aggiungere del parmigiano grattugiato (ma io non lo metto).

Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *