Pici cacio e pepe

pici cacio e pepeE’ difficile che io dica di no al cibo, ai pici cacio e pepe poi è impossibile! Se dovessi fare una classifica dei miei primi preferiti penso che questo potrebbe tranquillamente occupare le prime posizioni. Come ho anche scritto in questo post, quando sono in Toscana sono sempre indecisa se mangiarli cacio e pepe o con il ragù di cinghiale.

Un tempo era difficile trovare i pici a Milano. Ora, fortunatamente, un po’ meno. Certo, aiuta il fatto che da anni ormai si sta dando ampio spazio ai prodotti italiani (anche se più costosi) ma se vi capita di passare dalle parti di Siena, consiglio di comprarne un paio di confezioni da tenere in dispensa.

Trovare i pici è la cosa più difficile di questa ricetta. Un po’ di manualità e di occhio fanno il resto. Una cosa si deve tenere a mente quando si fanno i pici: non avere fretta, perché cuociono in 20-22 minuti. Non è quindi quella pasta da fare se si arriva a casa la sera tardi con una fame boia 🙂

Ingredienti (per 4 persone)

  • 400 gr di pici
  • 160 gr di pecorino toscano
  • 3 cucchiaini di pepe in grani
  • pepe macinato
  • 2 noci di burro

Procedimento

Cuocere i pici in acqua bollente salata. Per il tempo seguire le istruzione sulla confezione. I veri pici cuociono in non meno di 18-20 minuti.

In una padella capiente (dovranno starci i pici una volta scolati) far sciogliere il burro e aggiungere i grani di pepe. Spegnere il fuoco. Grattugiare il pecorino.

Prelevare due mestoli di acqua di cottura e scolare i pici al dente (diciamo un minuto prima che terminino di cuocere in acqua) e versarli nella padella. Aggiungere un mestolo di acqua di cottura e il pecorino grattugiato. Mescolare delicatamente e vedrete piano piano che tra l’acqua e il calore della pasta il pecorino si scioglierà e formerà una densa cremina che avvolgerà i pici.

Impiattare e grattugiare sopra del pepe prima di servire.

 

 

 

Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *