Club sandwich

IMG_1141E stasera che si fa? Destinazione: USA! Tempo fa ho accompagnato mio marito in America, più precisamente a Seattle, diciamo qualcosa come 11 ore di volo… un eternità. Quando ho finito la trafila burocratica del “perché è qui?”, “quanto rimane?” “ha una bomba in valigia?” e sono arrivata in albergo, avevo una tale fame che ho preso il menu del bar dell’albergo e ho scelto il panino più grosso che c’era. Era un club sandwich. Sarà stata la fame che avevo ma quel panino non l’ho mai scordato e anzi, quando ho voglia di sentirmi un po’ “yankee”, lo faccio a casa. Siccome la mia filosofia è “facciamo piatti i cui ingredienti sono facilmente disponibili in frigo e/o in dispensa”, questo panino la soddisfa in pieno.

Ingredienti ( per 8 persone)

  • 20 fette di pan carrè
  • 500 gr di maionese
  • 6 uova
  • 2 pomodori cuore di bue (uso questo tipo di pomodori perché hanno poca acqua ma potete usare quelli che avete)
  • 10-12 foglie di lattuga
  • 15 fette di tacchino o petto di pollo

Procedimento

Tostare le fette di pane. Mettere le uova in acqua fredda e calcolare 10 minuti  dal bollore. Metterle poi sotto l’acqua fredda e sgusciarle. Affettarle o con un coltello o con l’apposito attrezzo “affetta uova”. Tagliare a fette i pomodori. Spalmare abbondante maionese su ogni fetta prima di aggiungere qualsiasi ingredienti.

Comporre gli strati in questo modo:

fetta di pane + 3 fette di tacchino + fetta di pane + 2 foglie di esalata con 2-3 fette di pomodori +  fetta di pane + fette di uova + fetta di pane. Ripetere il procedimento per 5 volte. Quello che faccio normalmente è chiudere con della pellicola i 5 mega sandwich quadrati che ottengo in modo che si compattino per bene.  Tagliare ogni quadrato in 4 ( o in 2 se si vogliono più grossi) per la diagonale e ottenere 20 triangolino di club sandwich. Infilzare ogni triangolino con degli stecchini da spiedino.

Riempiono parecchio quindi io di solito calcolo 2 triangolini per persona. Se organizzate un aperitivo, ve li consiglio. Sono veloci da fare, fanno un figurone e costano poco!

Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *