Fiori di zucchina ripieni e fritti

Fiori di zucca ripieniI fiori di zucca e zucchina costicchiano, niente da dire su questo. Fritti però sono un antipasto sfizioso e qualche volta si può fare. Se avete però un orto, beh, approfittatene e staccate qualche fiore quando la pianta “ve lo permette”. Si possono fare semplicemente fritti e sono buonissimi. Oggi però voglio condividere con voi questa ricetta particolare ma buonissima.

Se qualche volta avete osservato una pianta di zucchine, vi sarete accorti che ci sono due tipi di fiori: quelli attaccati alla zucchina (fiore femminile) e quello attaccato alla pianta da uno stelo sottile (fiore maschile). Entrambi sono commestibili ma dovete fare attenzione: se staccate quello femminile, la zucchina non crescerà più quindi usate il fiore quando la zucchina è pronta per essere colta. La zucchina la fate ripiena (ricetta postata qui) e il fiore lo usate per questa ricetta. Se togliete invece il fiore maschile, più facile da friggere perché ha il gambo, fate attenzione a non toglierli tutti perché servono per la riproduzione e lo sviluppo della pianta.

Per avere un fiore croccante si deve seguire una semplicissima regola: avere il massimo sbalzo di temperatura tra l’olio di frittura (180°C) e la pastella (più fredda che si può). Io ho un termometro per misurare l’olio e la pastella la tengo in frigo fino all’ultimo. Se non avete un termometro fate così: fate cadere una goccia di pastella nell’olio, se sale subito in superficie e non affonda nell’olio, la temperatura è quella giusta.

Per la pastella ci sono molte scuole di pensiero e tanti modi di farla. Per le verdure (e per cibi che cuociono subito) io uso questa ricetta che si rifà alla tempura giapponese e con cui si ottiene un prodotto molto croccante. C’è chi la fa con l’acqua frizzante, chi aggiunge cubetti di ghiaccio o chi usa la birra. A ognuno il suo, conoscere un modo in più può far sempre comodo. Tenete presente che il rapporto farina/acqua deve essere di 1 a 1 (100 gr di acqua e 100 di acqua, o 200 e 200, e così via).

Ingredienti (per 4 persone)

  • 12 fiori di zucchina
  • 1 mozzarella di bufala (circa 200 gr)
  • olio extra vergine d’oliva
  • 6 foglie di basilico
  • 130 gr di farina
  • 1 uovo
  • sale, pepe

Procedimento

Preparare la pastella: pesate 100 gr di farina e continuando a mescolare aggiungete 100 ml di acqua. Mescolate bene per sciogliere tutti i grumi. Aggiungete l’uovo e sbattere bene fino ad ottenere una pastella liscia e non troppo densa. Lasciarla riposare 30′ e tenetela in frigo fino all’ultimo.

Preparare il ripieno: Affettare la mozzarella di bufala e lasciar sgocciolare le fette per almeno 30′. Tagliare le fette a cubetti e condirli con 2-3 cucchiai d’olio, sale, pepe e il basilico tritato. Mescolare per amalgamare bene i sapori.

Preparare i fiori: aprire i petali e con delicatezza togliere il pistillo. Con un cucchiaino riempire i fiori con il ripieno di mozzarella e richiudere delicatamente i petali.

Poco prima di tuffare i fiori di zucchina nell’olio, infarinarli leggermente e passarli uniformemente nella pastella. Controllare che l’olio sia a 180°C  e tuffarvi il fiore. Lasciatelo stare per 1′-2′ e poi rigiratelo in modo che si frigga uniformemente in tutti i punti. Quando avrà un colore ben dorato, prelevatelo con una pinza e appoggiatelo su un foglio di carta assorbente. Servite subito.

 

Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *