Spaetzle verdi con salsa allo zafferano e speck

Spaetle verdi con salsa allo zafferano e speckHo già raccontato in questo post quanto mi manchino gli spaetzle che mangiavo in Germania. Beh, oltre a farli “plain” li faccio anche verdi e vi invito a provare questa ricetta.

Vabbè, inutile dirlo, se si dice spaetzle si dice Germania ma rimanendo in territorio nazionale si pensa anche subito al Trentino. Cosa vi viene subito in mente quando pensate a quella regione? A me, ovviamente, lo speck. Ma come unire i due sapori? Mi è venuta in mente la salsa allo zafferano che avevo provato tempo addietro in un ristorante e mi era molto piaciuta. Perché non abbinarla agli spinaci? Ma si dai, proviamo…

L’abbinamento era riuscito e li avevo anche fatti assaggiare a delle mie amiche in occasione di una cena “solo donne” che mi avevano chiesto di preparare. Ammetto che non è proprio comodo fare questo piatto per più di 6 persone. Il motivo? Tutti e tre i passaggi (cottura spaetzle, preparazione salsa e doratura speck) vanno fatti all’ultimo minuto e niente può essere fatto in anticipo, ma vabbè, ne vale la pena.

Ingredienti (per 6 persone)

  • 120 gr di spinaci cotti
  • 3 uova
  • 200 gr di farina
  • 80-100 ml di latte freddo
  • 12 fette di speck
  • 200 ml di panna
  • 200 ml di latte
  • 2 bustine di zafferano
  • 1 scalogno

Procedimento

Preparare gli spaetzle: mettere le uova e gli spinaci (ben strizzati) nel mixer e frullare. Aggiungere la farina e amalgamare facendo andare il mixer a scatti. Per ultimo aggiungere il latte freddo. Cominciare con 80 ml. Frullare finché si ottiene un composto della stessa consistenza di quello per i muffin. Se necessario aggiungere i rimanenti 20 ml. Far riposare almeno un’oretta.

Preparare la salsa: tritare molto (ma veramente molto) finemente lo scalogno. In una padella capiente (dovranno starci gli spaetzle) soffriggerlo con un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva. Aggiungere il latte e la panna e far scaldare. Per ultimo sciogliere lo zafferano. Tenere da parte.

Per lo speck: in una padella antiaderente ben calda appoggiare le fette di speck e farle abbrustolire. Vedrete che il grasso presente nel salume si scioglierà, la fetta si rimpicciolirà moltissimo ma l’effetto finale sarà uno speck super croccante. Toglierlo dalla padella e metterlo su della carta antiaderente. Fate questo passaggio poco prima di servire perché altrimenti lo speck perde di croccantezza e diventa molle.

Mettere a scaldare l’acqua in una pentola bassa e abbastanza larga da appoggiarci sopra l’attrezzo degli spaetzle (ricorda molto una grattugia con i buchi più larghi). Una volta che l’acqua bolle, salare, aggiungere due cucchiai d’olio (per evitare che gli spaetzle si appiccichino tra di loro) e versare il composto di uova, latte e farina nella bocchetta dell’arnese (qui la foto). Fate scorrere avanti e indietro la bocchetta in modo che l’impasto coli nell’acqua bollente attraverso i buchi. Nell’acqua bollente le gocce si rapprenderanno a formare gli spaetzle che emergeranno in superficie una volta cotti.

Con un mestolo forato prelevare gli spaetzle e versarli nella padella con la salsa. Amalgamare i sapori e impiattare. Prima di servire spezzettare due fette di speck su ogni piatto.

Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *