Insalata tiepida di polpo e patate

Polpo e patateOk, lo ammetto, certe volte non sono proprio proprio il massimo della logica. In piena estate ho postato la carbonara e in autunno inoltrato posto il polpo e patate. Servito tiepido ammetto che anche in una giornata non proprio estiva può avere il suo momento di gloria.

E’ che recentemente sono andata al mercato. Ormai ammetto non mi capita più molto spesso. Un po’ perché da me il mercato è il sabato mattina e sinceramente dopo una settimana di lavoro a correre di qua e di là a portare e recuperare i bimbi, mi godo la mattina a casa e siamo tutti un po’ lenti a ingranare. Dall’altro lato, andare al mercato con due bambini di 4 e 18 mesi ammetto è un ‘esperienza decisamente stancante. Non ti puoi fermare un secondo di più a un bancarella  e distogliere lo sguardo due (solo due) secondi che … chissà dove sono, chissà cosa fanno…. Insomma, meglio andarci da sola un giorno. E così ho fatto.

Sono in realtà andata a un mercato di una cittadina vicina e mi sono soffermata alla bancarella del pesce. La mia amica ha chiesto il polpo, lei se ne intende di pesce, erano belli, grossi e non costavano tanto. “Ok” mi son detta” ne compro uno anch’io”.

Ammetto ho scartabellato un po’ miei ricettari perché non ricordavo l’ultima volta che avevo fatto polpo e patate, ma alla fine l’ho trovata. Facile, buona e veloce… fatta con la pentola a pressione 🙂 Lo so, molti di voi pensano “Uff, ancora questa pentola a pressione!”. Però vi assicuro, io l’ho scoperta tardi (è stato un regalo di nozze) ma … la vita non me l’ha certo cambiata ma decisamente me l’ha velocizzata.

Ingredienti (per 4 persone)

  • 1 polpo da 1 Kg
  • 3 patate gialle medie
  • un mazzetto di erba cipollina
  • olio extra vergine d’oliva
  • pepe in grani e macinato
  • 2 foglie di alloro
  • 2 spicchi d’aglio
  • sale
  • facoltative: rondelle di sedano, olive taggiasche

Procedimento

Se preferite, fatevi pulire il polpo dal pescivendolo. Altrimenti potete anche provare a fare da voi, non è difficile: incidete con un coltellino all’altezza della sacca ed eliminate gli occhi. Poi, sempre con l’aiuto di un coltellino, incidete a livello della bocca (punto di congiunzione di tutti i tentacoli) ed estraete il becco.

Sciacquate bene il polpo sotto l’acqua per eliminare tutti i rimasugli di sabbia. Lavate sotto l’acqua corrente anche le patate e fregate bene la buccia per eliminare ogni traccia di terra.

In una pentola a pressione mettete 3 cucchiai di olio, l’aglio, l’alloro e un cucchiaino di pepe in grani. Aggiungete il polpo e versate 300 ml di acqua. Aggiungete le patate intere. Chiudete e cuocete a fuoco vivo 20′ dal fischio.

Una volta passati i 20′, lasciate tutto dentro finché la pentola non si può aprire.

Togliete il polpo e le patate. Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti. Io spelo il polpo ma potete anche lasciare la pelle se non vi da fastidio. Dividete il polpo a tocchetti delle stesse dimensioni delle patate.

In una terrina abbastanza capiente mescolate polpo e patate. Versate qualche cucchiaio d’olio e l’erba cipollina tritata. Regolate di sale e pepe.

A vostro piacere potete anche aggiungere delle rondelle di sedano o olive taggiasche. A mio avviso entrambe le variazioni meritano di essere provate.

Io consiglio di lasciare la terrina coperta per almeno una mezzora prima di servire così i sapori sono più amalgamati. Ammetto però che in inverno va servita tiepida e aspettare 30′ rende il piatto un po’ freddino. Vedete voi cosa vi piace di più 🙂

Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *